• 1 Strana coincidenza
  • 2 Articolo e foto della seconda giornata di "Atletica di Sera"
  • 3 20 luglio Anticipo Disco e inserimento 150 CM/CF Atletica di Sera 2 Prova
  • 4 Le foto della prima giornata di "Atletica di Sera"
  • 5 13 luglio Anticipo Giavellotto Atletica di Sera 1 Prova
  • 6 La marcia di Roma metropolitana gode buona salute

Calendario Eventi

Sab Mag 21 @08:30 - 01:30PM
CdS Ragazze/i 1 Prova
Sab Giu 04 @09:00 - 02:00PM
CdS Ragazze/i 2 Prova
Lun Giu 20 @14:30 - 08:00PM
Trofeo AteticAmo Roma 2016 3 Prova
Gio Giu 23 @14:00 - 07:00PM
Roma Incontra Firenze e Napoli
Mer Lug 13 @18:00 - 11:00PM
13 Luglio Atletica di Sera 1 Prova
Mer Lug 20 @17:00 - 11:00PM
20 Luglio Atletica di Sera 2 Prova

Le Gare Del Territorio

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Le Foto Delle Gare

ciak

Gli Amici

Articoli Consigliati

  • Maurizio Longega / Feb 7, 2016 Corsi per sportivi

    CORSI PER SPORTIVI

    SPORT E FISIOTERAPIA

    Il mondo dello sport e il mondo della fisioterapia hanno condiviso negli anni moltissime esperienze in comune. Le due strade però, anche se una funzionale all’altra, non hanno mai condiviso sullo stesso tavolo aspetti peculiari dell’uno o dell’altro. I due mondi hanno deciso di incontrarsi per migliorare i processi di interazione, le strategie operative, cercando di comprendere meglio e su quali aspetti porre l’attenzione per specializzare ancor di più il loro intervento in favore di atleti, tecnici e dei loro risultati. Una via mai percorsa precedentemente dove entrambi i mondi esporranno i loro modus operandi condividendo i punti di contatto in vista dei processi di evoluzione in atto in entrambi i settori.

    CONTENUTI

    • Management dello staff che assiste l’atleta di interesse olimpico

    • L’importanza della programmazione tecnica nel quadriennio olimpico

    • Il ruolo del fisioterapia all’interno dello staff tecnico sanitario federale

    • La gestione psicologica dell’atleta da parte del team

    • La certificazione NSCA: novità per i fisioterapisti

    • La certificazione Italian SPT

    DOVE
    Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti”, Largo G. Onesti 1, ROMA

    QUANDO

    15 febbraio 2016

    QUOTA

    € 150 + € 2 (bollo amministrativo)

    SCONTI E CONVENZIONI

    € 135 + € 2 (bollo amministrativo): Società Sportive iscritte al Registro Coni e Community SdS specializzandi in Medicina dello Sport, specialisti di settore (psicologi, psicologi dello sport).

    € 75 + € 2 (bollo amministrativo): FSN/DSA/EPS, Sport in Uniforme, laureati e studenti in Scienze Motorie o diplomati Isef.

    Sono previste gratuità per FSN, DSA, EPS

    CREDITI FORMATIVI

    Secondo quanto previsto dalle linee guida dello SNaQ in merito alla Formazione Permanente, la Scuola dello Sport riconosce al Seminario dei Crediti Formativi che saranno quantificati da ciascuna Federazione di appartenenza.

    MODALITÀ DI ISCRIZIONE

    Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro martedì 9 febbraio. Dopo aver effettuato la registrazione sul sito della Scuola dello Sport, occorre compilare il modulo online presente all’interno della scheda del Seminario. Compilato il modulo si riceve una e-mail di conferma con i dati per effettuare il bonifico. È considerato iscritto al Seminario solo

    chi offre evidenza dell’avvenuto pagamento

    INFORMAZIONI - Tel: 06/3272.9194 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Management  Sportivo

    23 febbraio - 1 dicembre 2016

    10 Febbraio Scadenza per la presentazione delle domande di ammissione


    Il corso è rivolto a professionisti del settore sportivo:  Manager, Dirigenti, Tecnici, Atleti,

    Consulenti sportivi, Assessori e Funzionari allo Sport.

    Il programma ha una durata complessiva di 19 giornate/126 ore di formazione articolate in:

    - 4 moduli di 4 giornate ciascuno

    - 4 laboratori

    - 1 Project Work individuale

    - 2 workshop Inside the event, I segreti degli eventi sportivi:

    1° workshop - 27 febbraio 2016 - Rugby Six Nations Italia vs Scozia

    2° workshop - 24 giugno 2016 - Internazionali di Nuoto, Parco del Foro Italico

    L’iscrizione è subordinata all’accettazione della domanda di ammissione che dovrà essere

    inviata entro il 10 febbraio 2016  insieme al proprio curriculum vitae.

    Per richiedere la brochure cliccare qui

    Per maggiori informazioni:

    LUISS Business School,

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0685222.256 - Viale Pola 12 -00198 Roma

     
    Read More
  • Michele Giove / Apr 17, 2016 Le foto dello Stadion

    GALLERIA FOTOGRAFICA DELLO STADION ( foto ©Michele Giove )

    Read More
  • Maurizio Longega / Ago 31, 2014 CERTIFICATI MEDICI PER ATTIVITA' SPORTIVA

    Certificati medici per attività sportiva

     

    E’ bene chiarire.

    Il Decreto-Legge 21 giugno 2013, n. 69 (Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia), cosiddetto "Decreto del Fare", convertito con la Legge 9 agosto 2013 n.98, ha stabilito che, a partire dal 21 agosto 2013, non deve più essere presentato il certificato per le attività ludico-motorie e amatoriali, mentre rimane l’obbligo di certificazione per le attività sportive non agonistiche presso il medico di base.

    Il Ministero della Salute in una nota alla Federazione Italiana Medici di Famiglia conferma l’abolizione dei certificati per attività ludico motoria-amatoriale e dei conseguenti accertamenti diagnostici richiesti dalla normativa abrogata.

    Rimane l'obbligo della certificazione per l’attività sportiva non agonistica che si intende solo riferita alle attività sportive parascolastiche e a quelle appartenenti a Federazioni nazionali sportive che fanno capo al Coni.

    L'esecuzione di ulteriori accertamenti, come l'elettrocardiogramma, per la valutazione clinica delle condizioni del paziente rimane alla discrezionalità professionale del medico certificatore.

    Quindi, chi pratica attività sportiva ludico-ricreativa o amatoriale non deve presentare il certificato di idoneità fisica (es. fitness, body building, ed altre attività in palestra, nuoto in piscina, danza, ginnastica presciistica, attività motorie nelle scuole materne ed elementari, ginnastica formativa in età pediatrica, ginnastica per anziani, manifestazioni sportive della durata di un giorno, tornei aziendali e così via).

    E’ chiaro, pertanto, che il decreto ha cancellato oltre all'obbligo di presentare il certificato medico, anche le spese economiche ad esso annesse, sempre per svolgere attività ludico-motoria amatoriale.

    Tuttavia, in questa situazione legislativa, le palestre, i centri sportivi e le piscine ancora non si sentono sufficientemente tutelate e, nonostante i chiarimenti del Ministero, spingono tutti gli iscritti, a presentare il certificato medico per scaricarsi da responsabilità.

    Deve invece, presentare il certificato di idoneità fisica chi pratica attività sportiva non agonistica (attività svolta esclusivamente come tesserati di Federazioni sportive affiliate al Coni o agli Enti di promozione sportiva, finalizzata a partecipare a campionati e gare ufficiali, compresi i Giochi della Gioventù, oppure per le attività parascolastiche organizzate dalle scuole) e chi pratica attività sportiva agonistica.

     

    Read More
  • Maurizio Longega / Ago 13, 2014 LA PIT LANE RULE NELLA MARCIA

    PIT LANE RULE

    Il Consiglio Federale del 28 febbraio u.s. ha recepito, con effetto immediato, la normativa IAAF denominata “Pit Lane Rule” per tutte le gare di marcia riservate agli atleti under 16.

    Da questo momento, quindi, tutte le gare di marcia riservate agli atleti delle categorie Ragazzi e Cadetti saranno giudicate, per quanto possibile, con la regola del Pit Lane, con l’obiettivo principale di ridurre (se non eliminare) del tutto le squalifiche.

    I tempi di penalizzazione sono cosi stabiliti: gare fino a 5000m compresi = 60”, gare oltre 5000m e fino a 10.000m = 120” .

    Le disposizioni si riferiscono a gare su pista per le distanze di 5000m o 10.000m (quelle comuni per i giovani atleti) e giudicate secondo la IAAF Rule 230, cioè con

    6 Giudici di Marcia incluso il Giudice Capo.

    Dove le gare dovessero svolgersi su strada, si dovranno usare gli opportuni accorgimenti di modifica con l’obiettivo primario di mantenere le stesse condizioni corrette, ma simili a quelle delle gare su pista (numero e posizione dei giudici, lunghezza del percorso, posizionamento della Pit lane Area e così via).

    Allestimento della Penalty Area

    per le gare su pista

    Dovrebbe essere posta nel rettilineo finale, nelle corsie dalla 5 alla 7, circa all’altezza

    dei 80m dalla linea di partenza/arrivo di fronte al Tabellone delle Proposte di Squalifica.

    • Deve avere una entrata e una uscita dalla parte opposta e la superficie dell’area dovrebbe essere sufficiente a contenere cinque atleti nello stesso momento (circa 10m2).

    • Piccole barriere o coni devono essere usati per la delimitazione della Pit Lane Area.

    • Gli atleti saranno liberi di fermarsi o di continuare a muoversi all’interno dell’area di penalità, tuttavia non ci potranno essere delle panche e non avranno la possibilità di avere accesso a rifornimenti, bevande, spugnaggi o qualsiasi altro genere di assistenza.

    • Per le gare su strada l’allestimento dovrebbe essere simile, ma compatibile con gli spazi esistenti in loco.

    Giudici e Officials addizionali

    • Devono esserci 2 persone per la raccolta delle proposte di squalifica vicino ad ogni

    Giudice di Marcia per assicurare che la consegna delle stesse avvenga al recorder nel

    più breve tempo possibile.

    • 1 Giudice e 1 Assistente controlleranno le operazioni nella Penalty Area (l’entrata e

    l’uscita degli atleti, più il controllo del tempo di penalità).

    • 1 Assistente al Giudice Capo con il compito di aiutare il Giudice Capo a comunicare i tempi di penalità agli atleti sottoposti alla stessa, specialmente negli ultimi giri.

    Giudizio

    • La Regola di Marcia (230) della IAAF dovrà essere utilizzata con le seguenti differenze:

    • Quando un atleta riceve 3 proposte di squalifica, dovrà ricevere una comunicazione da parte del Giudice Capo o del suo Assistente che gli mostreranno una paletta con il tempo di penalizzazione su entrambe le parti, ed egli dovrà fermarsi al primo passaggio possibile nella Pit Lane Area.

    • Trascorso il tempo della penalizzazione, e seguendo le istruzioni del Giudice che

    controlla la Penalty Area, l’atleta potrà rientrare in gara.

    • L’atleta non sarà giudicato nella Penalty Area.

    Se l’atleta riceverà delle ulteriori proposte di squalifica (da parte dei Giudici che non ne abbiano inviato una prima), egli sarà allora squalificato ed il Giudice Capo o il suo Assistente gli notificherà la squalifica non appena possibile.

    Se un atleta riceve 4 o più proposte di squalifica prima di essere fermato nella Penalty Area, l’atleta sarà immediatamente squalificato e il Giudice Capo o il suo Assistente dovranno notificargli la squalifica non appena possibile.

    Se un atleta riceve la terza proposta di squalifica nell’ultima parte della gara e non sarà possibile per il Giudice Capo o per il suo Assistente notificargli che deve fermarsi nella Penalty Area, l’atleta terminerà la gara, ma il tempo di penalizzazione (60 o 120 secondi) sarà aggiunto al suo tempo ufficiale.

    Il Giudice Capo mantiene il suo potere speciale di squalificare immediatamente un atleta negli ultimi 100m di gara, se a suo giudizio l’atleta ha ottenuto un indebito vantaggio.

    Esempio di allestimento per una gara su pista

    PitLaneRule

                           

    Read More
  • Stefano Severoni / Mar 24, 2015 La sicurezza negli impianti sportivi

     

     

    Il Corso fornisce criteri e indicazioni per la corretta pianificazione e mantenimento delle condizioni di sicurezza negli impianti sportivi.
    Obiettivo dell’iniziativa è quello di informare gli operatori del settore sulle normative vigenti, i possibili rischi e i relativi profili di responsabilità connessi allo svolgimento delle attività nelle strutture sportive. Il Corso nasce dalla crescente esigenza di tutelare la pratica sportiva di ogni tipo e livello e i diversi utenti degli impianti, sia in condizioni ordinarie che in occasione di eventi con presenza di pubblico.

    CONTENUTI
    Normative specifiche per gli impianti sportivi; le figure costitutive della sicurezza: ruoli e responsabilità negli impianti sportivi; i rischi presenti negli impianti sportivi; regolamenti d’uso e contratti di concessione; il piano di sicurezza; Il coordinamento e la gestione degli
    utenti; casi di studio.

    DESTINATARI
    Proprietari e gestori di impianti sportivi, amministratori e tecnici pubblici e privati, soggetti investitori, progettisti, dirigenti di Società Sportive, Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva.

    CREDITI FORMATIVI
    Al termine del Corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione. 
    Il corso è accreditato al Consiglio Nazionale degli architetti con l'attribuzione di 6 crediti formativi e al Consiglio Nazionale dei Geometri con l'attribuzione di 8 crediti formativi.

    DOVE
    Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti”, Largo G. Onesti 1, ROMA

    QUANDO
    27 marzo 2015

    QUOTA
    € 300 + € 2 (bollo amministrativo)

    SCONTI E CONVENZIONI
    € 270 + € 2 (bollo amministrativo): Community SdS, Società Sportive iscritte al Registro Coni, FSN, DSA, EPS e Funzionari Enti Locali.
    € 240 + € 2 (bollo amministrativo): iscritti ai Collegi dei Geometri e Geometri Laureati e gli Architetti – CNAPPC
    € 150 + € 2 (bollo amminsitrativo): Consulenti Coni per l’impiantistica sportiva

    MODALITÀ DI ISCRIZIONE
    Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro mercoledì 25 marzo 2015. Dopo aver effettuato la registrazione sul sito della Scuola dello Sport, occorre compilare il modulo online presente all’interno della scheda del Corso. Compilato il modulo si riceve una e-mail di conferma con i dati per effettuare il bonifico. È considerato iscritto al Corso solo chi offre evidenza dell’avvenuto pagamento.

    PERNOTTAMENTO
    Dopo aver verificato la disponibilità al numero 06/36726.9137, è possibile usufruire della convenzione con l’Hotel dello Sport

    INFORMAZIONI
    Tel: 06 36726.9101 - 9162
    E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    CODICE CORSO
    D-02-15

    www.scuoladellosport.it

    Read More
  • Michele Giove / Giu 24, 2016 Articolo e foto del Triangolare "Roma incontra Napoli e Firenze"

     MIC8065 Pano

    Clicca qui per visualizzare le foto del triangolare "Roma incontra Napoli e Firenze" del 23 Giugno 2016 presso lo stadio della farnesina

     

     MIC8644 Pano

    ROMA INCONTRA NAPOLI E FIRENZE E VINCE

    Stadio della Farnesina, 23 Giugno 2016

    Il 4° meeting di atletica leggera fra le tre città si è concluso con la vittoria di Roma Capitale, prima nella classifica comminata con punti 77, maschile 43, femminile 34.

    Seconda Firenze e terza Napoli.

    Un evento creato dal presidente della Fidal Roma, Mario Biagini, e consolidato dallo staff tecnico - organizzativo del Comitato di Roma: Viola Serago, Rinaldo Brunetti, Maurizio Longega, Michele Giove e Giuseppe Vasapollo.

    Suo scopo quello di offrire esperienze agonistiche, maturate nel corso di una proficua preparazione, desiderate dagli atleti e producenti positivi apporti tecnici e psico-fisici.

    Quindi un meeting che ha rappresentato e rappresenta la migliore occasione per affrontare una più vasta società di coetanei.

    Spirito sottolineato anche dal presidente del CONI Lazio, Riccardo Viola e dai presidenti Fidal Napoli, Corrado Grasso e Fidal Firenze, Giovanni Carniani.

    All’inizio sembrava che il primo posto del podio fosse per Firenze, poi, di gara in gara, è avanzata Roma.

    Nel getto del peso Kg. 2 vince il fiorentino Giuseppe Martorana che scaglia l’attrezzo a metri 14.81, secondo posto per l’atleta partenopeo Simone Cuciniello con 14.74 ed ancora un atleta toscano per il bronzo che va a Yepe Plegnon Kevin con 13.38. Primo degli atleti di Roma Gino Gioia, tesserato Fiamme Gialle, con 10.45.

    Rivincita di Roma in quello femminile dove Senthia Crea, Acsi Italia Atletica, è prima, lanciando a metri 10.99. Alle spalle, per il secondo posto, Maria Formicola con il miglior lancio a metri 10.54, per la terza posizione l’atleta del giglio Anna Franchini che fa atterrare il peso a metri 10.20.

    Per tutti: bene l’arresto nella traslocazione e buona la progressività delle azioni.

    Sugli ostacoli, metri 60, Emiliano Villa (Roma/Fiamme Gialle) è primo e ferma il cronometro a 9.26. Secondo posto per il romano Filippo Donferri con il tempo di 9.57. Terza posizione per l’atleta di Firenze Lorenzo Zufanelli (9.93).

    Fra le ragazze, l’oro non sfugge neppure a Roma, dove Nicole Colellla è prima con 9.68. Seconda posizione ad appannaggio di Firenze con Noemi Guidotti che termina in 9.99. Altra atleta della rappresentativa di Roma, al terzo posto: Jasmi Jimenez Ccntreas che conclude in 10.18.

    Nei concorrenti, giustificata la giovane età, si è notato una scarsa spinta ed incompleta in fase di attacco.

    Nella velocità, metri 60, l’atleta della rappresentativa di Roma, Leonardo Schellino, tesserato Atletica Sabatina, conquista l’oro, correndo in 7.96 e gli atleti della rappresentativa fiorentina Andrea Vanchetti e Lorenzo Vestito, classificati, nell’ordine, al secondo (8.00) e terzo posto (8.14), nulla possono fare per contrastare i passi intesi e progressivi del vincitore.

    L’onda del successo prosegue anche con le ragazze: Flavia Acciavatti (prima/8.50) e Flavia Velluti (seconda/8.51). Firenze rimedia un terzo posto con Viola Ceccarelli (8.76).

    In loro bene la presa dei piedi al suolo, giusti i passi progressivi, né troppo lunghi oppure non troppo corti.

    Nella gara di mezzo fondo (metri 1000), Roma si deve accontentare solo dell’argento con Luca Maranto (Acsi Campidoglio) che conclude in 3 minuti e 78 centesimi. Vince, invece, Gabriele Pasquinucci, Firenze, con il tempo di 2.57.94. Bronzo per l’atleta di Napoli, Luca Guida, che termina in 3.05.57.

    Le ragazze di Roma rialzano la classifica con questa specialità: Sofia Terrinono è prima (3.14.91), Flavia Bianchi è seconda (3.15.23), lasciando il terzo posto a Valeria Rossi di Firenze (3.18.84).

    Ragazzi e ragazze hanno mostrato una resistenza specifica, sopra tutto ai ritmi agonistici.

    Nei salti affermazione degli atleti della Capitale.

    Salta in lungo: metri 5 e vince Federico Morseletto, della Romatletica. Completa il podio il secondo posto Daniele Santini (GSD Lital) con metri 4.82 e Matteo Comparini (Firenze/Calenzano), terzo con 4.58. Si prende la rivincita Firenze con la ragazza Petra Surace che salta 4.93, ma Roma è a ridosso con Elena Venturini (4.67) e Marinella Memeo (4.63).

    In alto, scavalca i metri 1.55 Alessio Guadagno, Kronos Roma. E, in questa gara, Firenze sale sul podio per il secondo e terzo posto con Matteo Castellucci (1.43) e Francesco Gronchi (1.40). Scambio di ruolo al femminile: vince Firenze con Elena Coniglio, 1,43, ma Roma è seconda con Camilla Anzalone (1.40-meno sbagli) e Firenze rafforza la terza posizione con Sofia Orciani che salta 1.40.

    Nel salto in alto: bene eseguito l’avvio veloce e lo stacco che ha animato la gara.

    Nel salto in lungo: giusta la rincorsa accelerata e il volo verso l’alto.

    Nel lancio del vortex, ogni rappresentativa piazza un proprio atleta. A vincere è Roma con Alessio Campiello che fa volare l’attrezzo a metri 58.22. Simone Cuciniello (Napoli) termina la gara con il miglior lancio a metri 56.90. Terzo Lorenzo Vivaldi (Firenze) con 52.65.

    Anche fra le ragazze un proprio atleta – rappresentativa fra le prime classificate. Vittoria di Alessia Campisano, Roma (42.41), secondo posto di Ambra Bezzerra Da Silva, Firenze (39.99), terza Francesca Cappiello, Napoli (38.53).

    Corretta l’impugnatura e la torsione della spalla di lancio nei tempi finali.

    Ambo secco nella marcia Km. 2. Primo e secondo posto di Roma con atleti del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle. Vince Diego Giampaolo (9.54.48), secondo è Francesco Biondini (11.25.57), terzo classificato Antimo D’Alessandro (Napoli/11.46.78).

    Fra le ragazze, invece, vittoria della rappresentativa di Roma Capitale con Nicole Aracu (11.27.10) ed ambo di Napoli con Eleonora Massa, argento, 11.37.32 e con Emilia Marroccella, 12.02.81, bronzo. Salvo qualche atleta con il busto inclinato in avanti, bene il singolo e doppio appoggio per tutti i concorrenti.

    La staffetta 4x100 conclude la riunione.

    Indipendentemente dai risultati bene la fusione fra la velocità di arrivo del porgitore e la velocità di avvio del ricevitore nella posizione di partenza o di avvio.

    Roma è asso piglia tutto. Prima con i ragazzi e le ragazze.

    Gli atleti: Andrea Vannini, Damiano Mercatande, Tarekgen Matteo, Miah Faysal corrono e concludono in 50.81. Le ragazze Mila Panella, Federica Pansini, Swami Menichelli, Valeria Pezzillo terminano la gara nel tempo di 54.13.

    Firenze è seconda in ambedue le prove con i maschi: Lorenzo Zufanelli, Lorenzo Vestito, Matteo Comparini e Andrea Vanchetti (tempo: 50.86) e con le ragazze Anna Franchini, Elena Coniglio, Petra Surace, Viola Ceccarelli (cronometro a 55.12)

    Napoli sale sul podio per la terza posizione con le ragazze Giuliana Marseglia, Michela Brancati, Giorgia Grasso, Cristina Limatola che registrano il tempo di 57.25 e con i ragazzi Federico Pasqualini, Simone Gallo, Alessandro Salis, Luca Carrat (54.76).

    Con Riccardo Viola, presidente CONI Lazio e Cesare Sagrestani, presidente Panathlon Roma, ente che ha offerto le magliette alla squadra di Roma Capitale, compiuta con decoro e solennità la cerimonia di premiazione, per far conoscere le gioie degli sforzi agli atleti e le fatiche agli allenatori ed invogliare sempre più alla pratica dell’atletica.

    Un compenso che si conviene nello sport educativo e dilettantistico.

    Infine, gli atleti, al termine della riunione, hanno indossato la magliette del comitato promotore di Roma 2024, per lanciare l’appello che la Capitale ospiti, nuovamente, la più grande festa dello sport: i giochi olimpici e paraolimpici.

    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
porn